"Andrea De Santis - Commercialista e Revisore Legale
News

Addio al pagamento dello stipendio in contanti
Data:22/11/2017

In arrivo la tracciabilità anche per gli stipendi. A breve il pagamento di dipendenti e collaboratori potrà avvenire solo con bonifico, assegno o disposizioni di pagamento alle banche e poste.

La proposta di legge C. 1041-A introduce l'obbligo per i datori di lavoro di effettuare il pagamento delle retribuzioni attraverso gli istituti bancari o gli uffici postali.

MODALITA' DI PAGAMENTO

  • bonifico bancario;
  • pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale indicato dal datore di lavoro
  • assegno emesso direttamente al lavoratore

PRESUPPOSTO  OGGETTIVO

  • tutti i rapporti di lavoro subordinato;
  • rapporti di lavoro originati da contratti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.)

ESCLUSIONI

  • rapporti di lavoro domestico
  • rapporti di lavoro instaurati con le pubbliche amministrazioni.

SANZIONI

  • da 5.000 a 50.000 Euro

ULTERIORI INFORMAZIONI

la firma della busta paga da parte del lavoratore non costituisce prova dell'avvenuto pagamento della retribuzione 

SCOPO DELLA NORMA


Obiettivo della proposta di legge, come specificato nella relazione illustrativa, è quello di contrastare la pratica diffusa tra alcuni datori di lavoro di corrispondere ai lavoratori, "sotto il ricatto del licenziamento o della non assunzione […], una retribuzione inferiore ai minimi fissati dalla contrattazione collettiva, pur facendo firmare […] una busta paga dalla quale risulta una retribuzione regolare".